Lezioni di Giapponese

57) I pronomi indefiniti parte 2

二千二十一年 四月二十日

おはようみなさん !

Continuiamo la lezione precedente sui pronomi indefiniti e vediamo quali sono quelli corrispondenti agli interrogativi che mancano.

Un po’ di ripasso

Vi ricordo che la regola generale prevede di prendere il pronome interrogativo e aggiungerci le desinenze か ka, でも demo e も mo. La desinenza か ka da il significato di una parte, でも demo del tutto (o meglio di qualunque) e も mo del niente.

Ricordatevi anche che i pronomi composti con le desinenze ka e demo si usano nelle frasi affermative, mentre con la desinenza mo ci vuole sempre la frase negativa.

Uno, qualunque, nessuno (fra molti)

Abbiamo visto che どれ dore significa quale tra 3 o più elementi. Se ci aggiungiamo le desinenze か ka, でも demo e も mo, le parole così composte sono:

dore + ka = どれか doreka = uno di quelli
dore + demo = どれでも doredemo = qualunque di quelli
dore + mo = どれも doremo = nessuno di quelli

Facciamo degli esempi

どれも私のでわありません。
Doremo watashi no dewa arimasen.
Nessuno di quelli è il mio.

Attenzione che se usato con verbo positivo, cioè in una frase affermativa, doremo può significare il suo opposto, ovvero tutti.

どれもいいです。
Doremo ii desu.
Sono tutti belli.

La differenza tra doremo + frase affermativa e doredemo è che il primo assume il significato di “tutti”, mentre il secondo di “uno qualunque tra quelli”

どれでもいいです。
Doredemo ii desu.
Uno qualunque tra quelli va bene.

Uno, qualunque, nessuno (tra due)

Ora prendiamo l’interrogativo dochira: se vi ricordate significa sia “quale tra due opzioni” che “in quale direzione”. Aggiungendoci le desinenze già dette si ottengono le seguenti parole.

dochira + ka =どちらか dochiraka = uno tra due / una direzione
dochira+ demo = どちらでも dochirademo = qualunque dei due / qualunque delle due direzioni
dochira + mo = どちらも dochiramo = nessuno dei due / nessuna direzione

Una certa quantità, qualsiasi quantità, nessuna quantità

I pronomi indefiniti corrispondenti all’interrogativo いくつ ikutsu, quanti, sono:

ikutsu + ka = いくつか ikutsuka = un certo numero di
ikutsu + demo = いくつでも ikutsudemo = un qualsiasi numero di /molti
ikutsu+ mo = いくつも ikutsumo = nessuno di/pochi

Nota: Ikutsumo, se usato con verbo negativo significa “nessuno di”, mentre in una frase affermativa assume il significato di “pochi”.

Un po’, qualunque cifra, nessuna cifra (di denaro)

Uno dei primi interrogativi che abbiamo visto è いくら ikura, cioè “quanti soldi”. Aggiungendoci le desinenze か ka, でも demo e も mo, si ottengono

ikura + ka = いくらか ikuraka = un po’ di soldi
ikura+ demo = いくらでも ikurademo = qualunque cifra (di soldi)
ikura + mo = いくらも ikuramo = (quasi) nessuna cifra (di soldi)

In qualche modo, in qualunque modo, in nessun modo

Finiamo con l’interrogativo どう dou che si traduce come “in che modo, in che maniera”. Aggiungendoci le desinenze か ka, でも demo e も mo, si ottengono

dou + ka = どうか douka = in qualche modo
dou+ demo = どうでも doudemo = in qualunque modo
dou + mo = どうも doumo = in nessun modo

E con questo abbiamo finito con i pronomi indefiniti. Se avete domanmde o qualcosa non è chiaro, lasciate un commento qui sotto o scrivetemi qui.

またね!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *